Dai suoi aspri monti si scivola verso incantate spiagge dal mare cristallino, attraverso territori nei quali campagne selvagge si alternano ad ordinati appezzamenti di terreno, e dove oltre lo skyline dei centri storici ancora si può godere della presenza di mucche e pecore al pascolo.

Stiamo parlando della Toscana, regione dai mille e affascinanti volti, terra che offre davvero di tutto e per tutti i gusti, meta ideale per lunghi o brevi viaggi, siano essi all’insegna della cultura, della storia, della natura oppure, perché no, del puro e totale relax.

La nostra bella regione offre infatti a coloro che desiderano anche solo un semplice stacco dalla routine e dallo stress quotidiani e cittadini infinite possibilità, ma ciò di cui oggi, in particolare, vogliamo parlarvi, sono le sue antiche stazioni del benessere: le terme!

La Toscana vanta infatti, grazie alla presenza di numerosi giacimenti d’acqua la cui temperatura oscilla tra i 25° e i 54°, il maggior numero di strutture termali in Italia, leader nazionale insieme a Veneto ed Emilia Romagna.

Le sue acque, già note agli antichi di tutto il mondo per il trattamento di numerose patologie, sono d’altronde ancor oggi molto apprezzate dalla gente del luogo come dai turisti che qui si recano per una vacanza. Si, perché un soggiorno alle terme non deve prevedere necessariamente la cura di qualche disturbo, ma può essere un semplice modo per recuperare energie e ristorare, insieme al corpo, anche lo spirito.

Ma quali sono le principali località termali toscane? Scopriamolo insieme!

Sicuramente l’area più ricca di terme naturali è quella della provincia di Siena, dove le dolci colline della Val d’Orcia, gli aridi paesaggi delle Crete e i pendii del Monte Amiata fanno da cornice ad alcune delle sedi termali più belle e famose della nostra Penisola.

Al confine tra la provincia di Siena e quella di Grosseto, a farla da padrone sono le Terme di Petriolo e le Terme di Saturnia, che con le loro piscine naturali immerse nel verde e le loro sorgenti a libero accesso rappresentano un vero paradiso anche per chi non possa economicamente permettersi trattamenti e coccole all’interno di uno dei tanti stabilimenti presenti in zona.

Le terme di Saturnia si estendono per un raggio di circa 30 km, racchiudendo cascate e vasche a sbalzo con una temperatura che si aggira sui 37.5°, connotate da un caratteristico e pungente odore di zolfo che non scoraggia però la voglia di immergersi per lunghi e piacevoli bagni anche al chiaro di luna.

Le acque solforose caratterizzano anche Petriolo, che posta tra boschi e colline, immersa in una surreale atmosfera di pace e silenzio, è località nota sin dall’epoca etrusca e romana per le  proprietà terapeutiche delle sue acque, che possono superare anche i 43°.

Addentrandoci nella Val d’Orcia, incontriamo un’altra delle località termali più antiche e conosciute della Toscana: Bagno Vignoni.

Qui l’acqua sulfurea sgorga ad una temperatura di oltre 50°, e a rendere così affascinante e speciale questo luogo è proprio l’atmosfera fiabesca che si viene a respirare, soprattutto d’inverno, all’interno del borgo medievale avvolto dai caldi fumi delle acque, a circondare la bellissima e antica vasca termale posta nella piazza principale al centro del paesino.

A due passi da Bagno Vignoni un’altra importante stazione termale è quella dei Bagni San Filippo, forse la più “naturalistica” della Toscana.

Frazione del comune di Castiglione d’Orcia, incastonato in mezzo alla natura, qui ci si trova lontani da qualsiasi eco cittadino, e a risuonare nelle orecchie è soltanto il gorgoglio delle caldissime acque sulfuree che sfociano dalla roccia del “Fosso Bianco”. Nel tempo, esse hanno dato vita a numerose formazioni calcaree lungo il fiume, come la nota “Balena bianca” (cosiddetta per le sue forme”), ai piedi della quale si può oggi godere di piscine fangose nelle quali immergersi liberamente e gratuitamente.

Altra destinazione da non perdere è la famosissima Chianciano Terme, situata al confine tra Val d’Orcia e Val di Chiana, a pochi passi da alcune tra le più famose località vinicole toscane (come Montalcino o Montepulciano) e dalla stessa Siena.

Questo luogo, forte della sua tradizione storica di antico centro termale e delle sue 5 differenti sorgenti, è stato nel tempo costantemente valorizzato e promosso, nonché sfruttato per le qualità straordinarie delle sue acque fino ad essere trasformato in uno dei centri termali più straordinari di tutta la regione.

Il genio umano ha infatti qui creato un posto magico e suggestivo, offrendo ai visitatori diversi percorsi, specifici e funzionali (depurativo, energizzante, rilassante e riequilibrante), articolati in differenti esperienze che, sapientemente, mescolano gli elementi naturali (aria acqua terra e fuoco): insomma, un paradiso su misura fatto di cascate, vasche idromaggio, scenografie colorate, aromaterpia ed effetti ottici.

Sempre in provincia di Siena, al confine tra il Chianti e la Val di Chiana, immersa nel contesto delle Crete Senesi troviamo la località di Rapolano Terme, molto conosciuta per i suoi due stabilimenti termali di San Giovanni e dell’Antica Querciolaia.

Nel primo le acque sgorgano naturalmente dalla sorgente ad una temperatura di 39°, ricche di zolfo e bicarbonato, a renderle particolarmente indicate per il trattamento della pelle e degli apparati motori e respiratori; Nelle seconde, la temperatura si aggira attorno ai 39-40°, e la grande concentrazione di sali minerali conferisce alle sue acque riconosciute proprietà salutari.

Un po’ più a sud, al confine con l’Umbria, incontriamo San Casciano dei Bagni, località che vanta ben 42 sorgenti termali sgorganti ad una temperatura media di 40°.

Situata al terzo posto in Europa per la sua portata di acque termali, San Casciano dei Bagni è ricca di stabilimenti che offrono servizi e trattamenti di ogni tipo, ma è anche riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia per la sua particolare conformazione urbanistica e le bellezze storico artistiche racchiuse nel centro storico (un motivo in più, dunque, per visitarla!).

Spostandoci nella provincia di Firenze, immersa nel contesto paesaggistico della Val d’Elsa incontriamo un’altra famosissima sede termale: Gambassi Terme.

Località collinare impreziosita dalla presenza di numerosi monumenti storici e un centro urbano compreso nell’immenso parco naturale locale, qui si trova un’antica struttura termale che ha recentemente subito un totale rimodernamento al fine di ospitare un centro polifunzionale all’avanguardia che offre trattamenti di ogni tipo sfruttando le benefiche qualità delle acque salso-solfato-alcaline-terrose del luogo, che sgorgano dalla sorgente di Pillo ad una temperatura di 34°.

Muovendoci invece verso Pisa incontriamo Casciana Terme, con il suo splendido villaggio termale incastonato tra le colline pisane.

Ai Bagni di Casciana l’acqua termale (denominata Acqua Mathelda – della famiglia delle acque bicarbonato-sofato-calciche), sgorga dalla sorgente ad una temperatura costante di 35.7°, ricca di sali minerali miscelati in modo tale da distinguersi per peculiarità ed efficacia.

A pochi passi anche San Giuliano Terme, le cui acque curative, conosciute sin dai tempi dei romani, sgorgano ad una temperatura di 37°.

Non distante, sorgono a Lucca  gli storici e famosi stabilimenti termali Bagni di Lucca, con ben 19 sorgenti e un’acqua dallo straordinario potere curativo e rigenerante che raggiunge anche i 54° (motivo forse per il quale una leggenda popolare lega l’attività termale della zona alla presenza sotterranea di un vulcano).

In primo piano nel panorama nazionale ed internazionale, in questo luogo vengono offerti trattamenti di alto livello, tanto che il Centro Termale Bagni di Lucca, fatto di ambienti esclusivi arricchiti di maioliche bianche e atmosfere calde e rilassanti, vanta la frequentazione di numerosi e illustri personaggi.

Anche nella zona della Versilia incontriamo alcuni stabilimenti termali, come quello di Villa Undulna a Cinquale di Montignoso (MS), e, soprattutto, quello di Equi Terme in Lunigiana (sempre in provincia di Massa Carrara), le cui acque termo-minerali di natura salso-solfato-alcalina, conosciute ed apprezzate già in epoca romana, sgorgano ad una temperatura variabile  tra i 17° e i 27°, riconoscendogli innegabili qualità terapeutiche.

Non distante, non possiamo non citare, in provincia di Pistoia, le Terme di Montecatini, realtà turistica di grande richiamo e storica destinazione curativa per illustri personaggi di tutto il mondo grazie alle sue acque termali che, con forza dirompente, scaturiscono dalle viscere della terra.

Sempre nel pistoiese, anche Monsummano Terme offre ai visitatori, con le sue due cavità termali di Grotta Parlanti e Grotta Giusti, cure e trattamenti di bellezza di ogni tipo, grazie ad acque minerali che sgorgano ad una temperatura compresa tra i 27° e i 34°.

Spostandoci a sud, nella provincia di Livorno non possiamo infine che segnalare le bellissime Terme di Venturina, vera isola di benessere tra terra e mare a pochi passi dal golfo di Baratti, dalla bellissima spiaggia di San Vincenzo e da Follonica.

A Venturina le acque sgorgano da due sorgenti naturali a 35° e 45°, e sono utilizzate per fanghi, massaggi, idromassaggi, cure inalatorie e trattamenti estetici.

Accanto allo stabilimento si trova inoltre, a disposizione degli ospiti, una grande piscina con acqua termale a 34° immersa nel verde. Un salto da queste parti potrebbe essere una buona occasione anche per visitare l’Oasi wwf di Bolgheri e i numerosi parchi naturalistici di cui la zona è circondata.

Non in ultimo, ricordiamo che anche all’Isola d’Elba sono presenti le Terme di San Giovanni, di fronte al Golfo di Portoferraio: un bacino termale di 5 ettari ricco di limo, prezioso fango marino carico di ferro utile nella cura di molte patologie, utilizzato anche dal qualificato Centro Benessere di pertinenza per i suoi trattamenti.

Dopo questa nostra panoramica non resta a voi, insomma, che l’imbarazzo della scelta. Sia che abbiate pochi giorni a disposizione per staccare la spina, sia che vogliate intervallare le vostre vacanze, tra mari e monti, con qualche momento di piacevole e puro relax, vi consigliamo di provare le terme toscane e lasciarvi coccolare dalle benefiche acque della nostra terra per rigenerare corpo e mente prima di riimmergervi nella quotidianità.

 

Silvia Formenti

Vacanze Toscane – Visit and love Tuscany